Lezioni di Rock

Dall’Auditorium Parco
della Musica

Lezioni a 33 giri (*)

Ernesto Assante e Gino Castaldo

Venerdì 01/06/2007 Sala Sinopoli ore 18 Lezioni di Rock. Viaggio al centro
della musica 2006/2007

40 anni di Sgt. Pepper

Ernesto Assante e Gino Castaldo
terranno una speciale Lezione di Rock su “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club
Band” raccontando storie, vicende e aneddoti legati alla genesi
dell’album.

Ci sono dischi che inevitabilmente fanno parte della storia. Di dischi così ce
ne sono pochi. Forse ce n’è uno solo ed è, senza alcun dubbio, “Sgt. Pepper’s
Lonely Hearts Club Band” dei Beatles. Pubblicato quarant’anni fa, il primo
giugno del 1967, ha cambiato il corso della musica e, in parte, della cultura
giovanile, è l’ album che ha marchiato gli anni Sessanta, è un oggetto di
culto ancora oggi venerato da innumerevoli fan. Il motivo? Basta scorrere i
titoli dei brani che compongono l’album, canzoni destinate a restare nel tempo,
a toccare la coscienza e l’immaginazione di chi le ascolta. E quella copertina,
con i volti della storia e dello spettacolo ad attorniare i Beatles, un colpo di
genio di uno dei più grandi artisti pop inglesi, Peter Blake, a stabilire i
colori di quella che di lì a poco sarebbe stata la clamorosa “estate
dell’amore” di San Francisco, con gli hippies, il movimento, e il sogno di
cambiare il mondo. Un’opera d’arte, un disco che va ricordato perché
racconta come eravamo, come volevamo essere, come potremmo essere. Per celebrare
il mito di Sgt. Pepper e la leggenda dei Beatles, l’Auditorium ospita una

grande giornata di musica, parole, immagini e colori.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 27/05/2007 Sala Petrassi ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

John Lennon – Imagine

Non un album ma una sola canzone. L’ultimo appuntamento
con “Lezioni di Rock” con Ernesto Assante e Gino Castaldo è con una canzone
sola, “la” canzone che ha segnato in maniera indelebile la storia del rock e
la vicenda artistica di John Lennon, “Imagine”. Una canzone perfetta sotto
molti punti di vista, musicalmente inconfondibile, magicamente racchiusa nei
pochi minuti di una melodia che colpisce direttamente il cuore, e con un testo
che mette insieme tutti i motivi per cui vale la pena vivere, tutti i sogni che
vale la pena sognare, la battaglie che è giusto combattere, gli ideali per i
quali è giusto andare avanti. Una canzone che è il cuore dell’intera storia
del rock e alla quale si sono ispirati tutti i grandi musicisti
contemporanei.

E con questo incontro dedicato a Lennon, si conclude la serie
delle Lezioni di Rock. Ernesto Assante e Gino Castaldo vi danno
appuntamento alla prossima stagione.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 20/05/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Talking Heads – Remain in light LEZIONE TENUTA IN DATA SUCCESSIVA

Domenica 13/05/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Paul Simon – Graceland

Il rock ha combattuto molte battaglie. Di certo ne ha
vinta una, quella contro l’apartheid in Sudafrica. Una battaglia che ha
combattuto appoggiando in ogni momento Nelson Mandela e l’African National
Congress, sostenendo la lotta con migliaia di concerti e manifestazioni in tutto
il mondo, e con alcuni dischi memorabili. Quando Paul Simon incise
“Graceland” l’apartheid era ancora in vigore. Simon ruppe l’embargo che
isolava il regime di Pretoria dal resto del mondo e andò a suonare con i
migliori musicisti sudafricani, realizzando uno dei più memorabili album che la
storia del rock abbia mai visto, canzoni profondamente americane che
incontravano i ritmi e le armonie dell’Africa. Ernesto Assante e Gino Castaldo
raccontano come nacque quello straordinario disco nel nuovo appuntamento di
“Lezioni di Rock”.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 06/05/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Beach Boys – Pet Sounds

Un disco che ha cambiato il corso della storia del rock?
“Pet Sounds” dei Beach Boys. Certo, sono in pochi a conoscere a memoria le
canzoni scritte da Brian Wilson per questo album, sicuramente non è un disco
che abitualmente si trova negli scaffali dei ragazzi di questi tempi, non è
nemmeno un disco che abbia scalato le classifiche di vendita ai suoi tempi.
Eppure pochi album hanno influenzato lo sviluppo del rock come “Pet Sounds”,
il capolavoro compositivo di Wilson, un gioiello d’impasti vocali,
avveniristici arrangiamenti, soluzioni creative, il tutto mescolato
magistralmente con un uso dello studio di registrazione che fino ad allora non
era stato nemmeno mai immaginato. Ernesto Assante e Gino Castaldo vi
accompagneranno alla riscoperta di questo capolavoro della California degli anni
Sessanta.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 29/04/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Caetano Veloso – Estrangeiro

Si dice musica brasiliana e sembra di aver detto tutto. E
invece no, perché quella brasiliana non è semplicemente “una” musica, ma
molte musiche differenti, frutto di molte culture che si sono incontrate e che
s’incontrano, di sentimenti e passioni, di vita e di anime, ma soprattutto di
molti sogni. E sono proprio i sogni e le visioni, magistralmente
raccontate da uno dei più grandi artisti musicali del Brasile, Caetano Veloso,
ad animare uno degli album più ricchi e affascinanti dei nostri
anni, una sorta di viaggio nel mondo della musica compiuto da uno
“straniero” che sa guardare la vita con gli occhi di un poeta.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 22/04/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Fabrizio De Andrè – Le nuvole

Ci sono dischi che segnano il tempo, che colpiscono il
cuore, che toccano l’anima, che cambiano la vita. Ci sono dischi che non
possono essere dimenticati, canzoni che attraversano i sogni e raccontano il
mondo, canzoni che sono poesia ma anche respiro. Ed è questo il caso di Le
nuvole di Fabrizio De Andrè, uno dei grandi capolavori scritti dal grande
cantautore genovese, uno degli album più importanti e belli della musica
italiana del secolo scorso, frutto di un lungo e appassionante percorso
artistico che Fabrizio De Andrè ha iniziato alla fine degli anni Cinquanta e
che ha seguito fino all’ultimo. Ernesto Assante e Gino Castaldo vi
accompagneranno alla scoperta di questo gioiello della canzone d’autore.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 15/04/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Terry Riley. Kraftwerk LEZIONE ANNULLATA

La musica popolare, oggi, ha realizzato il sogno di Luigi
Russolo artista visionario e agitatore futurista. La musica popolare oggi è
fatta dalle macchine elettroniche, dai computer, dai sintetizzatori, suoni
digitali che avvolgono tutta la nostra esistenza. Ma il percorso che porta al
suono elettronico di oggi è iniziato negli anni Sessanta, con il lavoro di
molti musicisti e, in particolare, di Terry Riley. Ed è proseguito nel decennio
successivo con l’opera straordinaria dei tedeschi Kraftwerk che hanno portato
la musica elettronica all’attenzione del grande pubblico. Ed è proprio a due
dischi di questi artisti, “A rainbow in a curved air” di Riley e
“Autobahn” dei Kraftwerk che è dedicato l’appuntamento con Lezioni di
rock, condotto da Ernesto Assante e Gino Castaldo.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 01/04/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Elvis Presley – Elvis 56

Sono passati cinquant’anni, cinquantuno per la
precisione, da quando il ciclone Elvis si abbattè sul mondo della musica
popolare. E gli effetti non sono ancora passati del tutto. Lui, il re del rock,
forse non sapeva che quello che stava facendo avrebbe cambiato il corso della
storia della musica, forse si accontentava soltanto di muovere il bacino e
cantare la musica nera con la voce di un bianco. Forse. Ma di certo nulla, dopo
quelle canzoni cantate e incise più di cinquant’anni fa, è stato più lo
stesso. Come ricostruiranno Ernesto Assante e Gino Castaldo nel nuovo
appuntamento di Lezioni di rock.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 25/03/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Neil Young – Zuma

Il titolo è “Zuma” ed è uno dei dischi più
particolari del grande repertorio di Neil Young, il “loner” della musica
rock americana, il padre del “grunge”, amato dalle giovani generazioni.
“Zuma” è un disco di melodie romantiche e canzoni rock, brani che
raccontano la vita e poesie che scavano nell’anima. E “Cortez the killer”
è il cuore del disco, un brillante esempio di come la storia possa essere
raccontata sull’onda del suono di una chitarra elettrica. Un piccolo viaggio
nei suoni degli anni Settanta illustrato da Ernesto Assante e Gino Castaldo.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 18/03/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Ella Fitzgerald – John Coltrane – Keith Jarrett

Tre colonne della storia del jazz e la loro sterminata
discografia illustrate a Lezioni di Rock. Musicisti la cui formazione e
influenza non è riconducibile solamente al jazz ma sconfina nell’ambito di
tutti i generi di musica compreso il Rock. Dalla voce di Ella Fitzgerald che ha
rivoluzionato il modo di cantare passando dal maestro della melodia, il
sassofonista John Coltrane, fino a Keith Jarrett che con i suoi concerti di
pianoforte solo si è affermato ai livelli delle grandi pop star.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 11/03/2007 Sala Petrassi ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Pink Floyd – Dark Side of the Moon

Inutile, forse, provare a presentare quello che secondo
molti è il disco rock per eccellenza, l’album che molti, in ogni generazione
da più di trent’anni, conoscono a memoria, l’album che mostrò al mondo,
per la prima volta, non tanto “la faccia oscura della luna”, quanto il lato
ombroso della nostra anima. Ernesto Assante e Gino Castaldo vi accompagnano alla
riscoperta di un capolavoro assoluto, “Dark side of the moon” dei Pink Floyd.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 04/03/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Bob Marley – Live at the Lyceum

Nel 1975 un nuovo eroe arrivò a conquistare il centro
della musica, muovendosi dalla periferia dell’impero del rock. Bob Marley si
esibì dal vivo al Lyceum e nel lessico della musica popolare del novecento entrò
definitivamente la parola “reggae”. Ernesto Assante e Gino Castaldo
racconteranno la storia di un album dal vivo che ha stabilito i canoni di un
genere, aperto i confini della musica, fatto nascere la prima star del terzo
mondo e cambiato definitivamente la storia del rock.

testo tratto dalla pagina del
programma.

Domenica 25/02/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

The Velvet Underground – The Velvet Underground

Una discoteca ideale? Troppo difficile da realizzare,
troppi sono i dischi importanti di questo mezzo secolo che ci separa dall’arrivo
di Elvis Presley sulla scena. Meglio allora concentrare la nostra attenzione su
un piccolo gruppo di dischi senza i quali non è possibile comprendere il rock,
senza i quali nessuna discoteca è degna di questo nome, senza i quali non si può
ragionevolmente dire di aver vissuto. Ogni domenica mattina alle ore 11.00 al
Teatrostudio, Ernesto Assante e Gino Castaldo vi accompagneranno alla scoperta,
all’ascolto, alla visione di un album imperdibile della storia del rock. Una
visita guidata nel pentagramma delle note degli autori che hanno scritto la
storia del rock e che ogni domenica torneranno a suonare per gli appassionati
delle più stravaganti lezioni che l’Auditorium propone.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 18/02/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

James Brown. Marvin Gaye. Prince.

James Brown – Live at the Apollo. Marvin Gaye
– What’s going on. Prince – Sign O’ the Times.

Tre dischi per celebrare la storia del soul, tre capolavori di tre epoche
diverse, tre decenni per raccontare la parte più avvincente della realizzazione
di un sogno, quello della musica soul. Partendo dalle radici, dal disco live più
esplosivo del mondo, quello di James Brown all’Apollo, nel cuore di Harlem,
passando per gli anni Settanta di Marvin Gaye, che con “What’s going on”
prova a raccontare la crisi e il dolore, la tensione e la speranza, fino a
Prince, e ai suoi anni Ottanta fatti di elettronica e di funk, con il “segno
del tempo” è quello di un funk che chiude il cerchio aperto da James Brown,
il leggendario Mr.Dynamite, Ernesto Assante e Gino Castaldo attraverseranno tre
decenni di musica soul.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 11/02/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

U2 – Achtung Baby

Il rock muore, brucia si consuma e risorge dalle sue
ceneri. Una delle sue più clamorose e affascinanti rinascite è avvenuta con
questo disco, “Achtung Baby”, firmato dagli U2 con la fondamentale
collaborazione di Brian Eno. Passato e futuro del rock si incontrano magicamente
tra le note di questo disco, che sembra voler sondare in una sola volta i
confini del suono e quelli della passione. Opera completa, ricca e affascinante,
“Achtung Baby” è il capolavoro di una stagione in cui il rock, per
l’ennesima volta, immaginava di non avere confini. Come proveranno a
dimostrare Ernesto Assante e Gino Castaldo nell’appuntamento di Lezioni di
Rock.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 04/02/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Bruce Springsteen – Born in the Usa

Ci sono canzoni che segnano, con il loro suono,
un’epoca. Altri che con le loro parole raccontano i tempi in cui sono state
scritte. “Born in the Usa” fa entrambe le cose, tradendo in parte il suono
springstiniano per raccontare meglio l’America della metà degli anni Ottanta,
l’America di Reagan e quella delle “backstreet”. Disco di straordinario
successo, amato o odiato a seconda dei punti di vista, “Born in the Usa”
proietta Springsteen non solo tra i grandi del rock, ma anche tra le stelle del
pop. E lo fa entrare per la prima volta nell’era dei videoclip con la
complicità di Brian De Palma. Tra suoni e parole, sogni ed elettricità,
Ernesto Assante e Gino Castaldo vi accompagneranno nell’universo rock di Bruce
Springsteen.

testo tratto dalla pagina del
programma

Domenica 21/01/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

The Clash – London Calling

Ci sono dischi che funzionano da spartiacque, e London
Calling è un’imponente boa messa a galleggiare nella tempesta del tempo. In
un certo senso non si può dire di conoscere la musica inglese se non si ascolta
questo disco. Non è possibile capire cosa sia accaduto al rock nel passaggio
tra gli anni Settanta e Ottanta se non ci si immerge completamente nel
caleidoscopio di suoni di questo album. Non è possibile amare il rock se non si
ama London Calling dei The Clash, l’album che Gino Castaldo e Ernesto Assante
presentano, per Lezioni di Rock, alle ore 11 al Teatro Studio.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 14/01/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Miles Davis – Kind Of Blue

Era l’affermazione estetica di una bellezza oscura e
spietata, una magia dello spirito che cercava la giusta strada per arrivare al
mondo. Kind of Blue di Miles Davis era l’epifania di un nuovo mondo, era la
porta che si apriva su un universo sonoro nel quale Davis stava entrando e dal
quale non sarebbe mai più uscito. Kind of Blue è il disco che viene raccontato
da Ernesto Assante e Gino Castaldo.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 07/01/2007 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Jimi Hendrix – Electric Ladyland

Solo tre anni, solo tre dischi, quanto è bastato a Jimi
Hendrix per entrare nella leggenda. Il terzo ed ultimo capitolo della sua
avventura discografica si intitola Electric Ladyland ed è un prodigio sonoro
che ancora oggi affascina legioni di appassionati. Grande musica, grande rock,
blues acido ed elettrico, suoni e visioni, sperimentazioni e melodie, dominate
dal suono di una chitarra elettrica attraverso la quale Hendrix era in grado di
immaginare mondi completamente nuovi. Ernesto Assante e Gino Castaldo
presenteranno il capolavoro di Hendrix del 1969.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 17/12/2006 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Nirvana – Nevermind

Era il 1991, l’America andava per la prima volta in
guerra contro Saddam e la generazione X saliva in scena sull’onda della musica
di una giovane band di Seattle, i Nirvana, capitanata da uno straordinario
antieroe, Kurt Cobain. Il disco con il quale i Nirvana conquistano il mondo è
Nevermind, ritmo forte, suono metallico, grandi melodie. E’ il momento del
grunge, l’ultima grande onda giovanile nata nel mondo del rock.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 10/12/2006 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Rolling Stones – Let it bleed

Il mondo cambia, i Rolling Stones cambiano. E’ il 1969, il
loro “anno terribile”, segnato dalla morte di Brian Jones e dalla
tragedia del festival di Altamont. In mezzo c’è Let it bleed, uno dei grandi
capolavori del rock, carico di blues, di psichedelica, di elettricità e di
passione. Un disco che porta Jagger & Richards nell’olimpo dei rockers
maledetti.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 03/12/2006 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Beatles – Revolver

C’è stato un prima e c’è stato un dopo. Prima c’era il
beat e poi c’è stato il rock. Prima c’era una band di clamoroso successo
planetario, poi una delle formazioni più creative del nuovo universo. Prima c’erano
i Fab Four, poi ci sono stati i Beatles. Tutto questo è Revolver, il disco
che ha cambiato la storia della musica popolare, che ha trasformato Lennon,
McCartney, Harrison e Starr in quattro artisti inarrivabili e completi.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 26/11/2006 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

David Crosby – If i could only remember my name

La California, gli hippies, la rivoluzione, il libero
amore e le comuni, l’underground e la poesia, San Francisco e la droga. Tutti
luoghi comuni di un epoca, quella che va dalla metà alla fine degli anni
Sessanta, che ha segnato profondamente la cultura giovanile. Il disco che
raccoglie in maniera completa quell’era, con tutti i suoi pregi e i suoi
limiti, è questo primo album da solista di David Crosby, in cui il musicista
californiano suona con tutti, ma proprio tutti, i compagni dell’epoca. Sogni e
incubi di una generazione che credeva di cambiare il mondo anche attraverso la
musica.

testo tratto dalla pagina del
programma
.

Domenica 19/11/2006 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Led Zeppelin – IV

Il mito e la leggenda degli Zeppelin sono basati sul suono
della chitarra di Jimmy Page, sulla voce altissima di Robert Plant, sul basso
pulsante di John Paul Jones e il drumming serrato di John “Bonzo” Bonham. E
sui brani contenuti in questo quarto capitolo della loro avventura musicale.
Blues, rock’n’roll, folk, hard rock, mescolati nel calderone del fantastico
e dell’imprevedibile, una miscela esplosiva che a 35 anni di distanza continua
meravigliosamente a funzionare e a emozionare ancora gli animi di chi la
ascolta.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al
momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 12/11/2006 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Who – Who’s Next

Era il 1971, il rock aveva esaurito la sua carica
propulsiva, il sogno di Woodstock era andato in frantumi, la guerra del Vietnam
continuava, il “movement” era sotto lo scacco di una forte repressione. Pete
Townshend pensa che non tutto sia perduto e che il rock possa ancora salvare il
mondo. Da questa speranza nasce “Who’s next”, il capolavoro degli Who, uno
dei più grandi dischi della storia del rock, un capolavoro assoluto dove
passione e note diventano un tutt’uno.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al
momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 05/11/2006 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Bob Dylan – Highway 61 Revisited

E’ con uno degli album più classici di Bob Dylan che si
apre la serie di “Lezioni di Rock” di quest’anno, dedicata ad alcuni dei
dischi più importanti della storia della musica. Tra questi, ovviamente, c’è
il capolavoro di Bob Dylan del 1966, pubblicato negli Stati Uniti il 30 agosto
del 1965. Con brani come “Like a rolling stone”, “Desolation row” e
“Ballad of a thin man”, Dylan segnava a suo modo la fine dell’era del folk
revival e la nascita del rock e faceva il suo ingresso trionfale nella storia
della musica.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 29/10/2006 Teatro Studio ore 11 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Lezioni a 33 giri – Introduzione

Ci sono dischi senza i quali è impossibile vivere. Dischi
che si legano a doppio filo alle esperienze che abbiamo vissute, o che sono essi
stessi delle esperienze fondamentali. Dischi che parlano di noi, delle nostre
gioie, delle nostre paure, dei nostri sogni e dei nostri desideri. Dischi che
sanno far diventare realtà sogni e desideri. Dischi che prefigurano il futuro,
o che illuminano il presente. Dischi che ci fanno piangere e ridere. Dischi che
hanno dentro delle storie importanti quanto quelle scritte nei libri che amiamo
di più o nei film che vedremmo volentieri milioni di volte. Dischi che sono
molto di più che dei semplici dischi e che non riescono ad essere contenuti in
un supporto. Dischi così, a dire il vero, non sono molti, anzi, sono talmente
pochi che potrebbero essere agilmente portati con noi sulla classica isola
deserta, per garantirci una più gradevole sopravvivenza. Ed è di questi
dischi, venti, trenta, non di più, che parleranno Gino Castaldo e Ernesto
Assante. Non una lunga elencazione di album (i classici “100 dischi
migliori…” che poi nessuno è in grado di comprare, o anche solo di
ascoltare per davvero), ma una serie di piccoli racconti, in bilico tra musica,
storia, leggenda, che catturino l’atmosfera, che svelino i segreti, che
illustrino un mondo, che viaggino con la fantasia, che facciano
“ascoltare” alcuni dischi che, secondo l’insindacabile giudizio di
Assante & Castaldo, sono assolutamente imperdibili per chiunque voglia
ragionevolmente dire di avere vissuto.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento l’introduzione è disponibile all’ascolto e al
download.

Domenica 26/02/2006 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

Woodstock
e la grande stagione del festival Rock

Woodstock, con i suoi cinquecentomila partecipanti, fu il
primo, grande, leggendario concerto della storia del rock, ma fu anche molto di
più. La realizzazione del sogno hippy, la celebrazione della controcultura, la
“culla” di un intera generazione di musicisti rock, la nascita di una
“nazione” giovanile. Ci furono molte altre “Woodstock” che meritano di
essere ricordate, dal Festival di Monterey nel 1967 a Wight nel 1970,
appuntamenti che segnarono lo sviluppo del rock e videro la nascita di molte
star, come ricorderanno Ernesto Assante e Gino Castaldo nell’appuntamento
settimanale con “Lezioni di Rock”.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

Domenica 19/02/2006 Lezioni di Rock.
Viaggio al centro della musica 2006/2007

La
soul music

Negli anni Sessanta il movimento per i diritti civili
scosse l’America intera. Martin Luther King guidò il popolo afroamericano in
una grande marcia verso la libertà. E allo stesso tempo si mise in marcia anche
la musica afroamericana, dando vita ad un’ondata, quella del soul, che ha
segnato in maniera indelebile il decennio. Otis Redding, Aretha Franklin, Sam
& Dave, Marvin Gaye, Stevie Wonder, sono solo alcune delle personalità
straordinarie emerse in quella travolgente stagione musicale, che verrà
ricostruita nel nuovo appuntamento di “Lezioni di Rock” da Ernesto Assante e
Gino Castaldo.

testo tratto dalla pagina del
programma
ove al momento la lezione è disponibile all’ascolto e al download.

(*) cliccando sul nome della lezione si può salvare l’mp3 ,
ove disponibile, da una fonte diversa da quella originale. Non tutte le lezioni,
purtroppo, sono state emesse in podcast.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: